Ournews

Nasce Uniting, nuovo gruppo di agenzie cui fanno parte All, Flu e Kiwi

La società si posiziona sul mercato come un interlocutore integrato e multidisciplinare per le aziende e punta al +50% di fatturato in tre anni.

Un ecosistema di agenzie di comunicazione riunite per garantire il massimo della competitività e un valore aggiunto ai brand che vi si affidano grazie a una costante condivisione di competenze ed esperienze. Così oggi Alessandro Talenti, Luca Colombi, Luca Sanflippo e Giancarlo Sampietro hanno descritto il gruppo Uniting, in occasione della presentazione al mercato del progetto.

 

 

«È stata un’evoluzione naturale – racconta Luca Colombi, co-founder di Uniting -, 10 anni fa abbiamo creato All Communication, agenzia specializzata in strategie e attività di comunicazione Below the Line on field, e abbiamo saputo rispondere sempre in maniera puntuale a ogni esigenza del mercato senza mai perdere di vista i valori e le emozioni che ci guidano in ogni nostra scelta. La costante voglia di superare nuovi limiti e offrire al mondo idee sempre originali ci ha portato negli anni ad ampliare la nostra offerta e i nostri confini, aggiungendo un tassello dopo l’altro. Abbiamo fondato Kiwi e Flu, agenzie verticali specializzate nel mondo digitale e dell’influencer marketing, che ora interagiscono insieme in un gruppo indipendente, portando a un ampliamento di competenze e un posizionamento sul mercato di valore».

Il gruppo si presenta con una nuova identità che è sintetizzata nel suo stesso nome: “Uniting”, che letteralmente significa “mettere insieme per uno scopo comune, un credo o un’azione”, è frutto di un lungo processo di analisi e ricerca che ha coinvolto i team di tutte e tre le agenzie oltre che esperti di branding, e include il termine unit (le realtà imprenditoriali che ne fanno parte e tutte quelle che andranno ad aggiungersi in futuro) e ing, particella inglese che identifica il concetto di divenire, evoluzione e movimento.

«Il movimento è al centro anche del nostro payoff: “emotions to move people” – aggiunge Giancarlo Sampietro, co-founder di Uniting -. Abbiamo fatto un lavoro di analisi e di studio durato più di 6 mesi che ci ha portato a riflettere sul mercato: sia dal lato della domanda che dell’offerta. È emersa in modo chiaro la frammentazione, la volatilità e la dinamicità del settore della comunicazione che in questo momento storico è molto complesso e articolato. È cambiato il contesto, le abitudini ed il comportamento delle persone. Abbiamo deciso quindi di focalizzare l’attenzione su qualcosa di potente e duraturo che è destinato a non cambiare mai: le persone e le loro emozioni. Sono le emozioni che fanno muovere le persone, Lavoriamo insieme ogni giorno per vedere le persone divertirsi, commuoversi, cambiare idea. Vogliamo che escano, che si spostino, che coltivino i loro sogni, che inseguano i loro traguardi. La nostra ambizione è di connettere brand e persone attraverso le emozioni per creare un legame autentico e duraturo».

Per riuscire in questo, Uniting ha progettato una struttura interna in grado di valorizzare i know how specifici di ogni realtà e offrire, attraverso continue contaminazioni e sinergie tra agenzie, soluzioni in grado di rispondere in modo integrato e multidisciplinare alle richieste del mercato. A garanzia di questa integrazione virtuosa di competenze, Uniting comprende figure trasversali alle agenzie in ambito finance e organizzativo e ha costituito un “Board of Uniters”, organismo con il compito di facilitare i flussi di lavoro e lo scambio di informazioni tra agenzie tramite momenti di confronto, condivisione e formazione.

Una realtà che si presta a diventare in futuro incubatore per sempre nuove eccellenze e talenti.

«Per il nostro gruppo è fondamentale essere sempre attenti ai nuovi attori del settore – afferma Luca Sanfilippo, co-founder di Uniting -. Uniting offre un’opportunità di valore e delle basi forti per una crescita solida a chi opera sul mercato, garantendo un circolo virtuoso di condivisione di competenze. Un vantaggio possibile solo se vi è una piena condivisione dei valori fondanti del gruppo: la grinta di volersi mettere alla prova con sempre nuove sfide per spingersi oltre, essere i primi, early adopter di tutto ciò che è nuovo; un commitment assoluto a tutto quello che facciamo, una serietà e un’attenzione al dettaglio che sono fondamentali per poter ambire all’eccellenza; un profondo senso etico e una totale onestà nei rapporti con tutti quelli che condividono il nostro percorso e che per le agenzie del gruppo si è tradotta in solidi rapporti di fiducia e collaborazione con i clienti che durano ormai da molti anni».

I brand che operano sul mercato sono sempre più in cerca di un sistema per concentrare tutte le attività di comunicazione verso interlocutori più integrati, con l’obiettivo di rendere più semplici e veloci i flussi tra le parti coinvolte e ottimizzare tempi e budget; Uniting si presenta come un nuovo player di settore in grado di aiutare le aziende in queste complessità: «Siamo certi che il mercato risponderà bene all’arrivo del gruppo. Ci siamo posti un obiettivo importante per il primo triennio: raggiungere un +50% di fatturato entro il 2022. Si tratta di un risultato ambizioso ma supportato dai numeri ottenuti singolarmente dalle nostre agenzie, che hanno registrato incrementi di fatturato a doppia cifra negli ultimi anni. Si tratta di previsioni di medio termine che possono modificarsi e diventare ancora più grandi con l’arrivo di nuove acquisizioni», conclude Alessandro Talenti, co-founder di Uniting.

 

Fonte www.engage.it